• Home
  • Chi sono
  • News
  • Contatti
  • NEWS
    14
    lug

    Punti neri: i consigli per eliminarli senza shiacciarli

    L’inestetismo del viso per eccellenza: i comedoni, anche detti punti neri, affliggono tutti, chi più chi meno: come possiamo eliminarli evitando di schiacchiarli? Comedoni questi sconosciuti?

    Se vi state facendo questa domanda siete nella cerchia eletta di chi non soffre di punti neri. Siete molto fortunati perché i comedoni - alias i punti neri - sono fra gli inestetismi più diffusi, sia fra le donne che fra gli uomini. Prima di tutto dovete sapere che i punti neri altro non sono che delle impurità che si formano a causa del grasso. Infatti i punti neri sono causati dalla spinta del sebo da cui emerge il grasso. Una volta fuoriuscito il grasso, che ha un colore chiaro, esso si ossida diventando nero e ovviamente più visibile.

    Le zone più interessate si concentrano sul viso: naso in primis, mento e fronte, ma anche altre parti del corpo come schiena e gambe. Oltre che dall’eccesso di sebo i punti neri possono essere causati anche da fattori ormonali, l’attività del testosterone fa pressing sulle ghiandole sebacee aumentando la secrezione di sebo che ostruisce i pori causando comedoni e in casi più acuti acne. Per prevenire i punti neri bisogna partire da una costante skincare, con la detersione quotidiana della pelle del viso, ma anche dall’alimentazione: i comedoni vanno combattuti dall’interno eliminando i cibi spazzatura, quelli già pronti e maggiormente grassi o ricchi di zuccheri. Come sappiamo l’alimentazione sana è sinonimo di salute, linea e anche bellezza!

    Se odiate i punti neri e volete eliminarli dal vostro viso allora dovete sapere che in cima alla lista delle cose da fare c’è la fondamentale igiene della pelle. Favorendo la detersone quotidiana si può operare concretamente contro questo inestetismo. Ad esempio è fondamentale struccarsi tutte le sere e lasciare la pelle pulita e in condizioni di respirare. Oltre il demaquillage con latte detergente delicato è importante realizzare una pulizia del viso casalinga ogni tanto, una volta ogni due settimane almeno, partendo da un bagno di vapore (basterà una pentola con acqua calda, qualche goccia di olio essenziale di camomilla o tea tree, per far accarezzare la pelle dal vapore) che dilata i pori, favorendo la rimozione delle impurità, e permette successivamente ai prodotti che utilizzerete nella vostra beautyskincare di penetrare più a fondo. In molti utilizzando il rimedio violento di schiacciare con le unghie i punti neri, almeno una volta nella vita tutti abbiamo adottato questa soluzione, che però può lasciare segni visibili sul viso e alcune volte eliminare momentaneamente l’inestetismo ma infiammare ancora di più la zona (se proprio non resistete alla tentazione utilizzate dei bastoncini di cotone).

    Se non avete la pelle particolarmente sensibile potrebbe essere lo scrub una perfetta soluzione. Esfoliare la pelle aiuta ad eliminare i punti neri più resistenti, soprattutto quelli della zona naso, eliminando le cellule morte e tutte le impurità, lasciando una pelle liscissima e pulita in profondità. Nota bene: mai utilizzare lo scrub sulla pelle asciutta perché si rischiano microlesioni fastidiose e difficili da curare.

    Dopo scrub e pulizia del viso, per proseguire la pulizia del viso bisogna passare ad una maschera, preferibilmente purificante o astringente. Utilizzare ad esempio una maschera ai fanghi o all’argilla permetterà di agire sulle impurità, asciugando le zone con maggiore eccesso di sebo e levigando la pelle del viso!

    CATEGORIE
  • Per la cura del viso
  • Per la cura del corpo
  • Consigli e tutorial
  • Speciale uomo
  • Curiosità
  • Relax e vacanze
  • ARCHIVIO
  • GENNAIO 2017
  • FEBBRAIO 2017
  • MARZO 2017
  • APRILE 2017
  • MAGGIO 2017
  • GIUGNO 2017
  • LUGLIO 2017
  • AGOSTO 2017
  • SETTEMBRE 2017
  • OTTOBRE 2017
  • NOVEMBRE 2017
  • DICEMBRE 2017